Fattoria didattica

Ci vuol coraggio, ci vuole determinazione, ci vuole fantasia, ma le possibilità ci sono. Non è che tutte le porte sono chiuse, che il mondo è già tutto sprangato e i posti sono già presi dagli altri. Ma per nulla! Io trovo che la cosa più bella che un giovane possa fare è di inventarsi un lavoro che corrisponde ai suoi talenti, alle sue aspirazioni, alla sua gioia, e senza quella arrendevolezza che sembra così necessaria per sopravvivere. “Ah ma io non posso perché..” Tutti possono. Ma capisci quello che dico? Bisogna inventarselo! Ed è possibile, possibile, possibile.

Tiziano Terzani

Le attività in fattoria didattica sono rivolte

  • a tutti i bambini curiosi;
  • ai genitori che vogliono far scoprire ai propri figli come si gioca e quanto si “apprende” all’aria aperta;
  • alle scuole che accompagnano alle lezioni in classe un momento di didattica all’aria aperta;
  • a tutti coloro che decidano di festeggiare un compleanno in natura e con cibi salutari e stagionali.

Bosco

CONOSCERE L’AMBIENTE CIRCOSTANTE

Seguiamo le impronte!

Alla scoperta della fauna montana: impariamo a riconoscere gli animali e le loro tracce (impronte, sentieri, giacigli, escrementi…).

Probabilmente non troveremo animali nel bosco al nostro passaggio, ma ci soffermeremo a cercare le loro impronte, le tracce e tutto quello che riusciremo a trovare degli animali che abitano il bosco.

Esploriamo il territorio!

Conosciamo la flora montana, il nostro territorio ed il suo sottobosco: castagno, acacia, conifere, faggi.. Possiamo osservare come è composta la nostra montagna, come varia al variare delle stagioni, come si modella di volta in volta con il passaggio dell’uomo, o con l’arrivo di parassiti,…

 

Con i frutti del bosco possiamo realizzare tantissime attività e agrilaboratori:

archi e frecce con i bastoni più teneri, sonagli, lanterne di luci, zattere, ghirlande, scacciaguai, bambole d’erba, ecc..

Cibi e Mestieri

LA STORIA DI UN TERRITORIO

letturetragnomi2016SENZAVOLTO

Miele e Api

Un laboratorio didattico specifico per avvicinare i bambini al mondo dell’apicoltura, alla vita delle api, alla loro organizzazione, ai prodotti dell’alveare (il miele, la pappa reale, il polline, il propoli, la cera) anche per intraprendere un percorso di educazione alimentare.

30530674_10215202317471939_7472398300742680576_n

Orto…insieme

Pensare un orto, iniziare dal semensario per scoprire quali sono le verdure ed i frutti di stagione, per arrivare alla realizzazione di un’area condivisa (a terra o in “cassetta”), prendendoci cura e abbellendo lo spazio che viviamo tutti i giorni…la scuola, il giardino di casa, il terrazzo , la finestra della nostra cameretta!

GALLINE (1)

Prima l’uovo o la gallina?

La domanda come stimolo per far “conoscere” gallo, galline e uova! Abbiamo a disposizioni diversi tipi di uova (oca, gallina, anatra…) potendo in questo modo osservare le diversità…ed anche cimentarci in un laboratorio alimentare!

Cinquesensi

ALLA SCOPERTA DI NOI STESSI

Cinque sensi

Il laboratorio sui sensi ha come obbiettivo quello di mettere in contatto i partecipanti con i loro cinque sensi, in esperienze protette e guidate, aiutandoli a sviluppare l’intuizione, a ritrovare il loro istinto ed a rigenerare parti importanti della loro personalità.

Altre attività svolte nell’anno 2017

File 21-11-17, 23 05 07

Come nelle Favole

È una passeggiata in notturna, una passeggiata che si svolge nel bosco accanto all’agriturismo, con la complicità dei vicini di casa e che svolgiamo nel periodo estivo.Il percorso, adatto alle famiglie, segna alcune tappe, in cui si “incontrano “ gli animali del bosco: grillo, pipistrello, lucciola, volpe e gufo! I bambini ed i genitori si troveranno “immersi “ nella magia del bosco, nel suo mistero accompagnati lungo il sentiero dalle stelle che illuminano la via, da piccole torce e dai rumori del bosco!

14224839_1754626524778175_3713633846003621526_n

La vendemmia

Una delle più importanti tradizioni contadine, una tradizione che vorremmo mantenere dato che siamo una delle poche aziende agricole ad avere ancora una vigna a mezza collina. La festa della vendemmia si svolge tra la metà di settembre e inizio ottobre, seguendo i tempi e la stagionalità del prodotto.L’attività coinvolge adulti e bambini, che passano la mattinata a raccogliere l’uva, solitamente la festa continua con una passeggiata dietro al trattore che trasporta l’uva pronta per la pigiatura!

7

Raccolta delle olive e delle castagne

Una delle tradizioni legate al nostro territorio è legata alle Olive e alle Castagne.
La raccolta delle olive ci permette di attivare tutti i sensi, dalla raccolta alla prima fett’unta!
L’olivo come pianta della tradizione toscana, della bellezza delle nostre colline, del pregio di un olio che porta con sé l’odore e la fragranza della montagna.La raccolta delle castagne ci permette i parlare di un “frutto” tanto antico, su cui si reggeva il nutrimento delle famiglie di montagna, pochi hanno nnesso alla casa un metato, rari i mulini che ancora funzionanti possono parlare della loro tradizioni.